testata contadini

I nostri contadini

L'Albero dei gelati è spuntato in Brianza, a Seregno, Cogliate, Monza e a New York. Due posti lontanissimi eppure per noi, così vicini. Questi due mondi si fondono in un unico modo di lavorare e fare il gelato. In un unico modo di vivere. Queste due terre, che sembrano così distanti, sono invece così vicine grazie al mondo agricolo, grazie alla nostra visione del mondo contadino. Un mondo fatto di persone innanzi tutto, prima ancora che di certificazioni, e rapporti veri, qui in Italia come in America. Perché senza l'eccezionale lavoro di queste persone che lavorano la terra con amore e rispetto, senza sfruttarla, non ci sarebbero i nostri gelati.

 

La mostra "il gelato contadino"

La mostra "Il Gelato contadino dell'Albero" nasce con l'intento di "far conoscere" le persone eccezionali con cui lavoriamo, i nostri contadini. Le foto non sono professionali, sono quelle scattate nelle varie visite per il piacere di avere un ricordo. Ma riguardandole ci siamo resi conto che negli occhi di questi contadini si vedeva la passione, l'amore per terra. Ci siamo resi conto che quegli sguardi avevano un grande valore e così, abbiamo deciso di condividerle in una mostra. Perché questo circolo virtuoso tra i contadini e noi continuasse anche in chi il gelato lo mangia. È come se anche i nostri clienti potessero conoscere direttamente chi produce le materie prime e non solo noi che le lavoriamo creando il gelato. La mostra nasce con l'intento di raccontare le storie di questi contadini. Molti sono vicini a noi, come "Spino" che ha sede a Lecco, ma fa miele "nomade", "Ponzin" che fa ricotta con il latte delle sue mucche a Bregnano (CO), altri sono in Sicilia, passando per l'Emilia, la Toscana, le Marche, il Piemonte.

È un percorso che non si ferma mai che si arricchisce di nuovi scatti, perché la ricerca verso le materi prime "contadine" è un viaggio che non finisce. E speriamo che i contadini crescano, e abbiano un ruolo e un riconoscimento sempre maggiore. Perché allora tutti noi potremo crescere con loro.

esecutivi A3_Pagina_02 esecutivi A3_Pagina_03 esecutivi A3_Pagina_04 esecutivi A3_Pagina_05 esecutivi A3_Pagina_06 esecutivi A3_Pagina_07 esecutivi A3_Pagina_08 esecutivi A3_Pagina_09 esecutivi A3_Pagina_10 esecutivi A3_Pagina_11 esecutivi A3_Pagina_12 esecutivi A3_Pagina_13

 

LA co-produzionE

La co-produzione è un accordo tra "chi utilizza" – noi dell'Albero dei gelati – e "chi produce", – i contadini – le materie prime. Per questo per noi iniziare una co-produzione voleva dire avere la possibilità di essere parte integrante del processo produttivo, di conoscere in prima persona i metodi di coltivazione, rigorosamente bio, ma anche di condividere responsabilità e problematiche quotidiane.

Grazie ai rapporti di Co-Produzione iniziano nuove coltivazioni e produzioni, nuove possibilità di agricoltura responsabile, prima non esistenti.

Per noi all'inizio era un'idea che ci sembrava impossibile, coltivare la terra direttamente, insieme ad un agricoltore, far nascere le nostre piantine di fragole e raccogliere i frutti maturi. Invece con passione e amore ci siamo riusciti. Nel 2012 abbiamo piantato le nostre fragole, una Co-Produzione in collaborazione con l'Azienda Agricola bio San Damiano di Cantù. Insieme a Sofia e Luca, siamo stati parte integrante del processo produttivo, rigorosamente bio, e abbiamo condiviso responsabilità e difficoltà di ogni giorno acquistano più di seimila piantine di fragole. Così li abbiamo sgravati di questo costo iniziale e garantiamo l'acquisto di tutta la produzione ad un prezzo giusto. Loro si sono occupati del resto: preparare il terreno, di creare un sistema di irrigazione, della semina e della pacciamatura per non fare crescere piante infestanti. Il primo anno le piantine hanno dato tantissimi frutti, ma nel 2013 purtroppo una parte di queste piantine sono state colpite da un parassita che ha interferito con la produzione, nel 2014 abbiamo aggiunto nuove piantine, ma è stata la stagione più piovosa del secolo che ha quindi interferito nuovamente nella produzione. Fare il contadino non è semplice, si combatte con qualcosa di imprevedibile ogni volta, il clima prima di tutto. Le co-produzioni o i progetti di "CSA" (Agricoltura sostenuta dalla Comunità) sono così importanti proprio per questo motivo, aiutano il Contadino perché ne condividono i rischi. Ci si aiuta per crescere. Anche questa è sostenibilità, ci si sostiene.

Luca il contadino Si semina Il campo Fragole bellissime

 

Ingredienti da lontano, coltivati vicino: stupore contadino

 All'Albero dei gelati abbiamo scelto di fare i nostri sorbetti, granite e ghiaccioli con frutta italiana. Anche quando questo frutto è di origine tropicale come il Mango o l'Avocado. Che bello incontrare dei contadini che ci raccontano le loro sfide nate un po' per gioco, un po' per avventura. Che bello sentir raccontare da loro con grande competenza i valori e le sfide della terra che vivono ogni giorno per proteggere la "biodiversità'". Hanno stretto i denti e sviluppato le loro idee con successo. Ci riempie di gioia essere parte del loro successo, aver contribuito ad esso facendo il nostro gelato con i loro prodotti.

Un esempio di questi ingredienti per noi sono i Pompelmi rosa (origine Asia, America centrale) coltivati in Sicilia, gli Avocadi (origine tropici) di Giarre alle pendici dell'Etna, la Spirulina, l'alga di acqua dolce, che cresce nell'acqua pura del Monte Elmo in Toscana, l'alga che per i suoi incredibili benefici è chiamata Alga della Vita (originaria del Centro America). Ma l'ultima sfida è quella della coltivazione del Mango (origine tropici). Agata, una giovane ragazza, ha deciso di prendersi cura di un pezzo di territorio bellissimo ai piedi dell'Etna, lato Est, proprio vicino al mare. Qualche anno fa tra gli alberi di arancio e gli orti aveva piantano qualche centinaio di giovani piante di Mango che stanno dando deliziosi frutti.

Non perdetevi il nostro gelato contribuirete anche voi a supportare le nuove coltivazioni di oggi e di domani.

Piante di Mango Mango dalla Sicilia Avocado dalla Sicilia

gambero rosso gelaterie 2017 tre coni